Cestino dei tesori: attività Montessori neonato 6 mesi

Il cestino dei tesori è una delle prime vere e proprie attività che si possono presentare ad un neonato. Dopo i primi mesi di cure, coccole, vicinanza e contatto con la mamma, verso i 6 mesi il vostro bambino inizia a raggiungere grandi traguardi dal punto di vista motorio, come lo stare seduto e il gattonare. Ecco che ora può accedere al mondo che lo circonda e divertirsi ad esplorarlo.

Non appena sta seduto senza l’appoggio delle mani, è libero di prendere oggetti per manipolarli ed esplorarli attraverso i 5 sensi.

Il cestino dei tesori, non ideato direttamente da Maria Montessori, è però entrato a far parte del metodo Montessori, utilizzato in tutti i nidi d’infanzia e può essere facilmente riproposto anche in casa.

Cos’è il cestino dei tesori e a cosa serve

Il cestino dei tesori è un vero e proprio cestino contenente oggetti di diversa forma e dimensione. Possono essere oggetti in legno o di altri materiali.

L’importante è che siano oggetti che il bambino possa manipolare in totale autonomia, da esplorare e scoprire con le mani, con la prensione e con la bocca senza che ci sia alcun pericolo.

Quindi è fondamentale che non siano oggetti di dimensioni tanto ridotte da poter essere ingeriti o che abbiano parti che si possano staccare diventando rischiose per la sicurezza del vostro bambino.

In questo modo il bambino ha la possibilità di sperimentare liberamente attraverso tatto, vista, gusto, olfatto, udito e movimento.

Grazie a queste sperimentazioni il bambino fa esperienza delle diverse forme, delle dimensioni, dei materiali, del peso, della consistenza, dei rumori, degli odori dei diversi oggetti.

Cestino dei tesori Montessori, 14 oggetti in legno

Il Cestino dei Tesoro è composto da 14 oggetti in legno di diverse forme e dimensioni. Il cesto dei tesoro ê adatto ai bambini che sanno stare seduti da soli,.
back to menu ↑

Come realizzare il cestino dei tesori a casa

Il cestino dei tesori è una delle attività presenti in ogni asilo nido, proprio grazie al fascino e all’interesse che suscita in ogni bambino. Ma è facilmente proponibile anche a casa, vediamo insieme come poterlo realizzare.

La prima cosa che occorre è naturalmente un cestino: l’ideale sarebbe se realizzato con materiali naturali, come ad esempio in vimini. Meglio senza manici per non ostacolare l’esplorazione del bambino, e con bordi non più alti di 15 cm in modo che si possa facilmente visionarne il contenuto per scegliere l’oggetto desiderato.

Cestino rotondo, diametro: 25 cm, altezza: 8,5 cm

Realizzato in rattan naturale al 100% e conforme agli standard alimentari europei. Leggero, estremamente resistente e facile da riporre

Ora vi proponiamo una serie di oggetti che potreste inserire nel vostro cestino. Non abbiamo la pretesa di essere esaustivi, ma di darvi qualche spunto e idea per realizzare il cestino più adatto al vostro bambino, ai suoi interessi, alle sue peculiarità e alla sua età.

Un consiglio è quello della rotazione degli oggetti: variare spesso la proposta per renderla sempre interessante, senza togliere definitivamente un oggetto ma tenerlo da parte per riproporlo qualche tempo dopo.

Man mano che il bambino cresce, esplorerà ogni oggetto in modo diverso, scoprendone sempre nuove caratteristiche:

  • Oggetti naturali: pigne, rametti, foglie, sassi, fiori, limoni, arance, mele, grosse castagne, noci, piume, spugna naturale. Attenzione alla dimensione di questi oggetti, non utilizzate nessun oggetto che possa essere pericoloso per il bambino. Fateli usare sempre sotto la vostra supervisione.
  • Legno: cucchiai da cucina, scatoline, nacchere, sonagli, mattarello, anello da tenda, mollette per bucato.
  • Metallo: mazzo di chiavi, coperchi di barattoli, campanellini, infusore per il tè, cucchiai, mestoli, stampini biscotti, schiaccianoci.
  • Tessuto, lana, stoffa: gomitolo di lana, nastri, pezzetti di stoffa colorata, sacchettini, portafoglio in pelle.
  • Carta e cartone: scatolette in cartone, carta da forno, rotoli di carta igienica e scottex.
back to menu ↑

Come presentare il Cestino dei Tesori al Bambino

Questi oggetti elencati vanno messi tutti insieme? Ovviamente no, sceglietene alcuni per ogni categoria, in base a quello che avete in casa, inserite il tutto nel cestino e osservate il vostro piccolo esploratore.

Potete anche arricchire sacchettini e scatolette con ulteriori materiali da far annusare e “suonare” al bambino. Nei sacchettini potete aggiungere lavanda, rosmarino, origano e le scatolette con ceci, fagioli, lenticchie.

Gioco per Stimolare la Dentizione dei Bambini

Ciucci per Alimenti da utilizzare durante la Dentizione di NatureBond in colori vivaci per stimolare l’appetito del bambino ed indirizzarlo verso il consumo di sostanze nutritive naturali. Sono anche un ottimo modo per abituare i nostri piccoli ai cibi solidi durante la fase della dentizione.
back to menu ↑

Il ruolo del genitore

Una volta preparato il cestino e selezionati gli oggetti da inserire non vi resta che proporre periodicamente il cestino al bambino, sedervi comodamente accanto a lui ed osservarlo.

La vostra presenza non deve essere invadente, altrimenti rischiate di essere voi stessi una distrazione e di minare alla sua concentrazione. Intervenite solo se è il bambino a chiedere il vostro intervento.

In alcuni momenti, potete anche allontanarvi e vedere se il bambino è tanto concentrato da non accorgersi neanche della vostra assenza. Ricordate di variare sempre gli oggetti nel cestino, tenerli puliti ed in buono stato. Non vi resta altro che godervi lo spettacolo delle prime attività del vostro bambino e delle sue prime scoperte.

Nessun Commento

Leave a reply

Baby Tips
Logo